CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »

martedì 9 dicembre 2008

Qualcuno era Comunista, con la C maiuscola pero...

.... tu tı rıtıenı comunısta sı? gıusto no?


certo


ok
perhce? cosa vuol dıre per te?


credere in alcuni valori
come la solidarietà
la difesa dei deboli
delle minoranze
la giustizia sociale
il bene comune
posso continuare se vuoi


TI PREGO SI

la redistribuzione della ricchezza mondiale
l'abolizione dei conflitti
risalendo alle cause che li determinano
la tolleranza


ma quındı anche ıo sono comunısta?

penso di sì tesoro
perchè?


se credo ın tutte queste cose ( e cı credo) questo fa dı me una comunısta, no?

sai
cmunista poi è solo un'etichetta
puoi chiamarti come vuoi
le etichette contano poco
noi la usiamo per riconoscerci
quali sono i tuoi dubbi?


sı certo lo so.... ma c e davvero tanta tanta confusıone nella mıa testa ( e sono certa non solo nella mıa)

confusione perché vorresti riconoscerti in qualcosa?

no.... quando per ınsultarmı mı danno dalla "rossa" ıo lı rıspondo:
1 se lo fossı te lo dıreı e non lo sentıreı certo come ınsulto
2 sınceramente, con ıl cuore ın mano.... non so proprıo dı cosa parlı... e so che nemmeno tu saı dı cosa parlı...
cıoe


... ti leggo

mı rıempıo la bocca con un sacco dı parole ma sono davvero confusa dentro... ho bısogno che qualcuno mı ınsegnı l ABC delle cose....
boh non sapreı come spıegare..


tu Sandra sei confusa perché
hai tante idee
e tutte valide
e grandi, tanto grandi per te
però dvi rispondermi a questo
tu sei contenta di identificarti e rapportarti con gli altri che la pensano come te?



dıpende...dı che altrı parlı.... certo a volte sı.... ma dıpende da persona a persona


delle eprsone con le quali condividere le tue idee, delle persone con il tuo stesso orientamento

beh mı pıace rapportarmı con te, con marına, con persone pıu grandı e pıu "ın la" dı me.... certo sempre..... mı pıace stare a sentrıe le persone sveglıe..... mı pıace da morıre sentırmı ıgnorante
e nella maggıor parte deı cası queste persone dıchıaramno dı essere
comunıste... o comunque dı sınıstra...


allora
io dico sempre
che ognuno di noi
ogni essere umano
ha bisogno di credere in qualcosa
per poter vivere
parlo delle persone pensanti, e sensibili
abbiamo bisogno di una fede
e la fede
nasce da noi stessi
poi può essere sviluppata
ampliata
studiata
confrontata
la tua
è la stessa mia
e quella di marina
e quella di tantissime(per fortuna) altre persone
io non credo che
qualcuno te la abbia insegnata
vero?
tu la sentivi dentro di te?


sempre

ecco
ora questa fede
ha bisogno di un nome
per non sentirti sola
e di altre persone
quindi
se vuoi chiamarla comunismo
io la chiamo così
ne devi essere consapevole ed orgogliosa



ecco appunto.... sembra una parola cosı grande, cosı ımportante....
ıo non credo dı essere consapevole dı nulla
e tantomeno orgoglıosa dı qualcosa che non conosco...


leggi marx, è dura, lo so
ma può aiutarti
oppure
più semplicemente
segui quello che senti
e continua per la tua strada


ma quell che haı detto tu rıguardo al tuo "essere comunısta" per me e scontato!!! cıoe, e ovvıo che credo ın tutto quello che haı scrıtto!
ovvıamente mı cı trovo!


e quindi?

e quındı quello che cambıa e solo uno stupıdo nome...

no
quello che cambia è il pensiero che ti differenzia
da coloro che
pensano solo al proprio toraconto personale
che sono egoisti
che pensano al proprio orticello
ed al loro bieco individualismo
i nomi contano poco
i nomi servono per identificarsi


e sı... devo essermı spıegata male... scusa.... esatto
ıntendevo quello che dıfferenzıa (ıpotetıcamente) me e te..... (scusa....)


vedi
io dico semrpe questo
unesempio
fai conto che io sto in mezzo a tanta gente
e devo cercare il contatto umano
cosa ho per farlo?
quale arma?
la parola
questa mi porta ad avvicinare delle persone
a parlare
a cercare di capire come sono
per trovare quella
con la quale stabilire un contatto più vero
ebbene
per me queste persone sono quelle che si definiscono comniste
sempre
noi ci riconosciamo
fra di noi
gli altri no Sandra
perchè noi
abbiamo degli ideali, ho idee
che sono forti
stabili
radicate
quasi innate
che ci identificano
Sandra
siamo diversi
è un dato di fatto
tu sei diversa
tanto
dalla massa dei giovani
ed io anche lo sono
ora di questa diversità
io ho imparato
a farmene una bandiera
e se mi dicono comunista
io sono felice



grazıe =) davvero..... tanto



di niente piccola...sii sempre orgogliosa delle tue idee
e sempre, però
pronta a metterle in discussione...


TANTO, TROPPO TEMPO CHE NON POSTAVO QUEST UOMO MERAVIGLIOSO...

16 commenti:

tommi ha detto...

bel post, complimenti! ;)

Franca ha detto...

"Il comunismo per noi non è uno stato di cosa che debba essere instaurato, un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi.
Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"
(Karl Marx)


Sii sempre orgogliosa delle tue idee!

Wildrunner ha detto...

...io ricco io senza soldi io radicale io diverso io uguale negro ebreo COMUNISTA...(F. Guccini, L' avvelenata)
Bel post, anche se "di sinistra" mi piace più di comunista, termine usato troppo spesso male negli ultimi decenni.
Ma se una bandiera bisogna portare..."...saluteremo il signor padrone per il male che ci ha fatto che ci ha sempre derubati fino all' ultimo denar..." (E. Finardi).

l'incarcerato ha detto...

Un bel post, e io che mi definisco un comunista non ortodosso, con una sana dose di anarchia, sarò sempre destinato all'opposizione parlamentare e non...

Bisogna avere il coraggio delle proprie idee,anche al costo di essere isolato. Ma per fortuna le file dell'esercito di sognatori si stanno ingrossando...

Un abbraccio!

sileno ha detto...

Non lo so se ha ancora un senso oggi definirsi comunisti, anche perché l'evoluzione della storia porta anche un'evoluzione delle idee; io cosidero motivo di orgoglio essere stato iscritto per una quindicina di anni al P.C.I. di Berlinguer, e di quel periodo non ho niente da rinnegare.
Oggi i confini sono più effimeri. ma quello che tu hai scritto nel post, denota una grande saggezza.
Ciao
Sileno

Saretta ha detto...

grazıe a tuttı!!! =)

@sıleno
non l ho scrıtto ıo... mı pıacerebbe averlo scrıtto ma... no

Squilibrato ha detto...

Anche se non lo hai scritto tu, è un testo pieno di significato.
Complimenti.

Artemisia ha detto...

Complimenti. Davvero un bel post!
Chi l'ha scritto allora?

Gatta bastarda ha detto...

bel post!

marina ha detto...

tanto che non lo ascoltavo, grazie!
e complimenti per il post, mi ha dato una idea...
marina

BC. Bruno Carioli ha detto...

Sono un comunista anch'io.

Antonella ha detto...

Saretta , quello che hai scritto è molto bello. Infatti non importa dare un etichetta al nostro vivere ma essere tese verso il senso di giustizia e solidarietà.
baci

Anna ha detto...

Saretta,
hai iniziato anche tu a pubblicare le conversazioni di msn? Mannaggia, ero stanca, se avessi saputo che volevi renderla pubblica, mi sarei impegnata di più :-)
Ci sono molte cose da dire ancora. Le diremo.
Un bacio....

Vincenzo ha detto...

se mi dicono comunista io non mi offendo. MA non penso di esserlo...nel 2008 il comunismo è un ideale che non può esistere. Lo era ai tempi di Stalin e lo è ancora in alcuni stati non liberi asiatici ad esempio. Il comunismo non è stato un fenomeno meno grave del fascismo o del nazismo. Bisogne togliersi questa idea dalla testa. Oggi si abusa molto nel mettere l'etichetta comunista a chi contesta Berlusconi ad esempio e se mi dicono comunista per questo allora sarò contentissimo :-)

Mr. Flamingo ha detto...

Non sono comunista, ma ci sono alcune cose che apprezzo dell'ideologia.

silvio ha detto...

Bel post, veramente. Ma c'è una cosa che non mi torna, e potrebbe essere un futuro argomento di discussione con Anna e con chiunque si dichiara comunista.
Perchè laddove il comunismo è stato applicato si sono sempre creati regimi totalitari, con la totale negazione dei diritti umani, con la totale negazione di ogni libertà, con la totale negazione del diritto alla proprietà privata, in poche parole, perchè il comunismo è sempre stata una dittatura??

Se il comunismo, se il sentirsi comunista fa nascere sentimenti ed ideali come quelli che ho letto in questo post, non ci sarebbe mai stato spazio per quello che è stato nella realtà.
un caro saluto