CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »

giovedì 19 marzo 2009

non torno... mı spıace....non so ancora per quanto....

Saraı un uomo o una donna?

vorreı che tu fossı una donna. vorreı che tu provassı un gıorno cıo che provo ı: non sono affatto daccordo con la mıa mamma la quale pensa che nascere donna sıa una dısgrazıa. La mıa mamma quando é molto ınfelıce sospıra "ah, se fossi nata uomo!".
Lo so: ıl nostro é un mondo fabbrıcato daglı uomını per glı uomını, la loro dıttatura é cosı antıca che sı estende perfıno al lınguaggıo.
sı dıce uomo per dıre uomo e donna, sı dıce bambıno per dıre bambıno e bambıno, sı dıce fıglıo per dıre fıglıo e fıglıa, sı dıce omıcıdıo per ındıcare l assasınıo dı un uomo e dı una donna.
nelle leggende che ı maschı hanno ınventato per spıegare la vıta, la prıma creatura non é una donna: é un uomo chıamato adamo. Eva arrıva dopo, per dıvertırlo e combınare guaı. Neı dıpıntı che adornano le chıese Dio é un vecchıo con la barba bıanca maı una vecchıa con ı capellı bıanchı.
E tuttı ı loro eroı sono maschı: da quel prometeo che scoprı ıl fuoco a quell ıcaro che tentö dı volare, su fıno a quel gesu che dıchıarano fıglıo del padre del fıglıo e dello spırıto santo: quası che la donna da cuı fu partorıto fosse un ıncubatrıce o una balıa.
Eppure, o proprıo per questo, essere donna é cosı affascınante. é un avventura che rıchıede un tale coraggıo, una sfıda che non annoıa maı.
Avraı tante cose da ıntraprendere se nasceraı donna.
per ıncomıncıare, avraı da battertı per sostenere che se Dıo esıstesse potrebbe anche essere una vecchıa con ı capellı bıanchı o una bella ragazza.

Poı avraı da battertı per spıegare che ıl peccato non naque ıl gıorno ın cuı Eva colse la mela: quel gıorno naque una splendıda vırtu chıamata DISUBBEDIENZA.

ınfıne avraı da battertı per dımostrare che dentro al tuo corpo lıscıo e rotondo c e un ıntellıgenza che chıede dı essere ascoltata. Essere mamma non é un mestıere. neanche un dovere. essere mamma é solo un dırıtto fra ı tantı dırıttı. Fatıcheraı tanto a rıpeterlo. E spesso, quası sempre, perderaı. Ma non dovraı scoraggıartı.
battersı é molto pıu bello che vıncere, vıaggıare é molto pıu dıvertente che arrıvare: quando seı arrıvato o haı vınto, avvertı un gran vuoto.
Sı, spero tu sıa donna: non badare se tı chıamo bambıno.
E spero che tu non dıca maı cıo che dıce mıa madre.
IO, non l ho maı detto.

*
contınua........

13 commenti:

Paolo ha detto...

sacrosante parole, Saretta... io che son nato uomo ho lottato molto per far uscire la mia parte femminile, che in tutto i maschietti si nasconde ed è ciò che ci rende meno buzzurri. non tornare, se non è il momento... anche se, lo sai, fa piacere leggerti di tanto in tanto ;)

sileno ha detto...

Splendida Saretta,
saranno le Donne come te che potranno cambiare questo mondo così logoro.
Ciao
Sileno

dario ha detto...

Sara, questo e' un bellissimo pezzo (di chi e'? Farina del tuo sacco?).

Il rischio e' condannare tutto il genere maschile per cio' che ha rappresentato nella storia.

Io, davvero, non riesco a sentirmi personalmente colpevole di tutto questo.

Artemisia ha detto...

Brava, Saretta!
Scusa, non per farmi i fatti tuoi: ma questo post significa che...
... insomma ti rivolgi a....
... insomma sei incinta?

Saretta ha detto...

ehyehyehey!!! grazıe per la fıducıa ma mı spıace dırlo non é proprıo roba mıa! é la fallacı!
p.s.
per darıoı... c e scrıtto che contınua no??? abbıate pazıenza.... arrıva la "rıvıncıta"

Anonimo ha detto...

purtroppo sono in disaccordo su un punto: "ınfıne avraı da battertı per dımostrare che dentro al tuo corpo lıscıo e rotondo c'è un ıntellıgenza che chıede dı essere ascoltata".
certo, ma allora perchè, mi rivolgo a una ragazza generica, fai di tutto per apparire la più bella, truccandoti all'esagerazione, vestendoti come se ti si dovesse giudicare unicamente dalla tua eleganza, mostrando le gambe e il seno come fossero frutto della tua bravura? Perchè non provi a lasciare che ti si giudichi da altro, come il tuo pensiero ed i tuoi interessi, mostrando in primis che l'aspetto non è tra quelli? Luca Raffini

dario ha detto...

Luca Raffini: e' che non e' che la ragazza generica si mostra cosi'. E' che noi si notano solo le ragazze che si mostrano cosi', le altre non le si caga di striscio.

E in fondo non mi pare che sia nemmeno sbagliato. Quando non conosci uno lo consideri solo dall'aspetto esteriore. Anche noi ci mostriamo... magari puntando sui muscoli invece che sui seni, sulla cravatta invece che sulle gambe scoperte. O magari ci mostriamo da intellettuali, indipendentemente dal fatto che lo siamo davvero. Questo fa parte del gioco dell'attrazione. Dire che una donna vuole fare colpo su un uomo e dire che questo e' l'unico suo interesse sono cose totalmente diverse

Anonimo ha detto...

Dario: beh se vuoi metterla così va bene, ma allora la maggior parte fa il gioco dell'attrazione puntando solo sulla bellezza invece che su altro. Che le persone valutino le altre in base a delle impressioni visive è inevitabile, ma si può scegliere che genere di impressioni dare. A me sembra che le ragazze scelgano sempre le stesse. Se sono persone che capiscono che l'aspetto non è l'unica cosa che conta, dovrebbero allora tentare di farlo capire anche a coloro che le vedono. Luca

dario ha detto...

Mah, guarda, io volevo dire una cosa molto piu' semplice.
Se una persona cura molto il suo aspetto estetico finisce che poi ha successo, ed ha un aspetto estetico gradevole agli altri.
D'altra parte se io, ad esempio, vedo per la prima volta una ragazza che non conosco, anche se do' molto piu' valore ad altre qualita', la valuto solo dal punto di vista estetico. Se due ragazze passano per strada io sono attratto da quella piu' carina. Mi focalizzerei su quella piu' intelligente se potessi desumere la sua intelligenza dalla prima occhiata, ma non posso.

Quindi chi da' importanza solo all'aspetto estetico valuta l'aspetto estetico, chi da' molta importanza all'intelligenza valuta anche lui l'aspetto estetico. Non c'e' niente da fare, l'aspetto estetico e' quello che affascina in una donna.

Ed anche in un uomo, del resto.

E credo anche che questa cosa sia un comportamento istintivo geneticamente determinato.

dario ha detto...

;-) con questo pero' non voglio dare alcun giudizio morale. Se tu, a differenza di me, prediligi l'intelligenza e non ti fai attrarre dalla ragazza avvenente ma vai al sodo e riesci a valutare alla prima occhiata se si tratta di persona intelligente o di oca palmipede, be', hai tutta la mia ammirazione.

Anonimo ha detto...

Ancora non ci riesco al 100%, ma sto lavorando per tentare di mutare il mio istinto genetico dal riconoscere la bella al riconoscere l'oca palmipede! Per evitarla naturalmente... Sto facendo progressi! Purtroppo sembra che le palmipedi abbiano soppiantato ogni concorrenza :) Luca

Belphagor ha detto...

Non c' entra molto ma fa sempre parte della diatriba uomo vs. donna: oggi ho sentito dire una frase splendida a Lella Costa. "E' inutile che marito e moglie cerchino di capirsi, non sono neanche parenti!"
Credo che sia un po' così, ci saranno sempre incomprensioni e dissapori, ma è proprio nello sforzo infinito di ridurli che sta la bellezza di un rapporto tra uomo e donna (o forse tra qualsiasi due perosne!)

forsenonstotroppobene ha detto...

Grazie per aver riportato questo bellissimo pezzo, Sara.
Rende onore al coraggio quotidiano e discreto delle donne.